Ana Pace

9A_Ana

Ana Pace, argentina dalle radici multietniche trasferitasi in Italia molti anni fa, docente universitario, traduttrice, designer, sotto il suo marchio TEKOA MILANO prendono vita oggetti dalla forte personalità, culturalmente ibridi, stilisticamente contaminati.

TEKOA è il suono della parola guaranì «tekóha» che vuol dire “il luogo dove siamo ciò che siamo” (nel «tekóha» il luogo e la persona sono un tutt’uno indissolubile, questo luogo non è solo abitazione bensì esperienza di vita plurale).

È proprio questa visione olistica a contraddistinguere il lavoro di Ana Pace. Nelle sue creazioni Design ed Essere si fondono in un connubio ben riuscito che fa scaturire oggetti non convenzionali, poetici ma sempre pratici.

Nelle sue borse, pezzi unici fatti a mano, mischia stili e culture, colori e materiali, scelti questi non solo per la loro bellezza ma anche per la loro nobiltà, materiali forti e duraturi, spesso ricuperati e che quindi ci raccontano la storia degli oggetti che sono stati. Vecchie giacche, le quinte in velluto di un antico teatro, tessuti di altri tempi, cinture di cuoio, braccialetti d’argento, boccettine di rame, chiavi d’epoca, sacchi di iuta, si combinano in accostamenti materici, cromatici e culturali sorprendenti ma al contempo armoniosi.

Ogni borsa è un pezzo unico, come dice l’artigiana “ognuna mi ricorda qualcosa, un oggetto, una persona, una canzone, del presente o del passato, di tutti i luoghi e le culture che mi appartengono”.

La seconda vita nell’immaginario Tekoa

9B_HD

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH